Omicidio Raciti In carcere altri due tifosi

Due ultras del Catania, Giovanni Calvagna e Lorenzo Marchese, entrambi di 27 anni, che, secondo l’accusa, il 2 febbraio scorso avrebbero partecipato agli scontri scoppiati durante il derby con il Palermo, sono stati arrestati dalla polizia per resistenza aggravata. Secondo quanto emerso dalle indagini della Digos e della squadra mobile della Questura, i due avrebbero partecipato agli scontri nella zona del Massimino dove sarebbe stato ferito mortalmente l’ispettore Filippo Raciti, reato che però non è contestato loro. Secondo quanto è trapelato da ambienti giudiziari, i due indagati avrebbero ammesso di essere stati presenti allo stadio il giorno degli incidenti e la polizia avrebbe sequestrato i vestiti indossati da loro quel giorno come prova del reato. La polizia ha eseguito un ordine di carcerazione per resistenza aggravata emesso dal gip del Tribunale di Catania, che ha disposto il trasferimento in un istituto penitenziario per Calvagna e gli arresti domiciliari per Marchese.