Omicidio Raciti: scarcerato l’ultrà

Esce dal carcere Antonino Speziale, il 18enne indagato per la morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti, ucciso durante gli scontri del derby Catania-Palermo il 2 febbraio scorso. Così ha deciso ieri il tribunale per i minorenni di Catania. Ora il ragazzo verrà trasferito in una comunità, come anticipa il suo avvocato, che però rimane contrario e annuncia un ricorso al tribunale della Libertà: «La permanenza in casa del ragazzo - spiega il difensore - sarebbe stata più che sufficiente». Nessun accanimento è la replica, attraverso i suoi legali, della vedova Marisa Grasso. «Doveroso attendere il completamento delle indagini. Richiedere però l’opposto, è troppo: la signora Raciti non potrà mai essere il difensore aggiunto per una tesi (il fuoco amico) tuttora riservata. Né giova al padre l’iniziativa di chiedere comprensione a mezzo stampa. Una lettera riservata sarebbe stata più apprezzata».