Omicidio di Samuele 16 anni alla Franzoni «Ma sono innocente»

Ha scosso fortemente l'opinione pubblica la vicenda giudiziaria di Anna Maria Franzoni, condannata per aver ucciso il figlioletto Samuele. Resta aperta, a Torino, un'inchiesta Cogne-bis per un presunto tentativo di inquinare la scena del delitto durante un sopralluogo del 2004 nella villetta di Cogne. Il 30 gennaio 2002 il piccolo Samuele Lorenzi, di tre anni,viene ucciso a Cogne nella casa in cui vive col papà Stefano, la mamma Anna Maria Franzoni e il fratello maggiore, Davide. Anna Maria viene arrestata per ordine del gip di Aosta, Fabrizio Gandini, con l'accusa di omicidio volontario. Inizia la lunga vicenda giudiziaria della donna che si concluderà con la sua condanna a 16 anni. Il 21 maggio la procura di Torino ha firmato l'ordine di esecuzione della condanna per Anna Maria. La donna ha sempre dichiarato di essere innocente. Mancano ancora l’arma del delitto e il movente.