Omicidio sul lungomare: ancora in fuga gli assassini

Si tratta di due fratelli, entrambi camionisti

Prosegue senza sosta la caccia ai due fratelli fratelli casertani, Salvatore e Giovanni Vertone, di 41 e 38 anni, nei confronti dei quali la procura di Ravenna ha emesso un ordine di fermo per omicidio. Su di loro, infatti, si sono concentrate le indagini dei carabinieri di Ravenna che da ore stanno cercando i responsabili dell’omicidio di Andrea Tartari, il 35enne di Marzabotto (Bologna) ucciso con 4-5 coltellate a Porto Corsini solo per aver chiesto a un gruppetto di ragazzi (tra cui i due fratelli campani) di spostarsi dal cofano dell’auto della sua fidanzata, che era con lui e con il cugino al momento dell’assassinio.
Le ricerche condotte dai militari si stanno concentrando soprattutto nel Ravennate, dove gli inquirenti pensano che i due ricercati possano essersi nascosti.
Sono già stati battuti, anche con l’ausilio degli elicotteristi di Forlì, numerosi casolari abbandonati, ma le ricerche non hanno ancora dato alcun esito. I due ricercati, entrambi camionisti, sono residenti a Porto Corsini, in una casa che affaccia sul luogo dell’aggressione, avvenuta in via Lagosanto.I carabinieri hanno inoltre avuto un contatto con la moglie di Salvatore Vertone che ha raccontato di aver ricevuto ieri mattina una chiamata dal marito e averlo invitato a costituirsi, senza però essere riuscita a riferire alle forze dell’ordine da dove il marito la stesse chiamando.