Omicidio di Tommy: ergastolo per Alessi, 30 anni alla Conserva

Il muratore è stato condannato dalla Corte d'Assise di Parma per il sequestro e l'omicidio del piccolo Tommaso Onofri, nel marzo 2006. Trent'anni di carcere per la sua compagna, Antonella Conserva

Parma - La Corte d’assise di Parma, dopo circa 5 ore e mezzo di camera di consiglio, ha condannato all’ergastolo Mario Alessi per il sequestro e l’omicidio del piccolo Tommaso Onofri avvenuto nel marzo del 2006 a Casalbaroncolo. La corte ha anche condannato a 30 anni di carcere la compagna di Alessi, Antonella Conserva. La pena comminata è in linea con la richiesta avanzata dal pm. Alla pronuncia della sentenza, pronunciata dal presidente della Corte d’assise Eleonora Fiengo, il pubblico in aula ha risposto con un fragoroso applauso, che il giudice ha prontamente fermato. Presenti in aula i genitori di Tommaso Onofri, Paolo e Paola, accompagnati dai loro avvocati. Mario Alessi non ha assistito alla pronuncia della sentenza, mentre era in aula, nella gabbia di protezione, Antonella Conserva.

Risarcimento La Corte, oltre alla pena dell’ergastolo del Mario Alessi e a quella di 30 anni di reclusione per la sua compagna, ha comminato anche l’isolamento diurno per l’uomo e 3 anni di libertà vigilata per la donna a pena espiata. Mario Alessi è stato dichiarato decaduto dalla patria potestà, che è stata invece sospesa per la Conserva fino a pena scontata. La Corte ha anche deciso un risarcimento di 300mila euro per i genitori del piccolo Tommy, e di 100mila euro per gli zii. Commozione, in aula, alla lettura della sentenza. Il pm Lucia Musti, che si è vista accogliere le sue richieste, visibilmente emozionata ha detto: "Potevamo vincere solo così. Se avessero dato alla Conserva 29 anni invece di 30 l’avrei considerata una sconfitta". Commozione anche per Tommaso e Paola Onofri, che dopo la lettura della sentenza hanno abbracciato i loro avvocati con le lacrime agli occhi.