Omidicio Politkovskaya, fermato l'organizzatore: è un ex poliziotto russo

Svolta nell'inchiesta sulla morte della giornalista d'opposizione russa uccisa nel 2006. Gli investigatori avrebbero informazioni anche sul mandante

Mosca - Svolta nelle indagini sull'omicidio della giornalista Anna Politkovskaya avvenuto nel 2006. E' stato arrestato un ex alto funzionario della polizia russa. Lo ha reso noto il portavoce della polizia investigativa russa, spiegando che il colonnello Dmitry Pavlyuchenkov è sospettato di aver organizzato l’omicidio della giornalista. L’uomo che è accusato di aver sparato alla donna, Rustam Makhmudov, è stato arrestato lo scorso maggio in Cecenia. Ora la polizia russa indica nel funzionario di polizia l’organizzatore dell’assassinio ma non il mandante: Pavlyuchenkov ha ricevuto del denaro "da una persona la cui identità è ancora ignota" per organizzare l’omicidio, ha detto il portavoce Vladimir Markin.

Uccisa per le indagini scomode L’uomo arrestato oggi avrebbe quindi formato il commando che ha portato a termine l’assassinio e fornito l’arma del delitto. La Politkovskaya, che aveva scritto per Novaya Gazeta reportage sulla guerra in Cecenia critici nei confronti del Cremlino, è stata trovata uccisa il 7 ottobre 2006 nell’ascensore del suo palazzo. Insieme a Makhmudov, accusato di essere il killer, sono stati incriminati anche i suoi fratelli, Dzhabrail and Ibragim, accusati di aver preso parte al commando, insieme all’ex poliziotto Sergei Khadzhikurbanov. I tre sono stati assolti per mancanza di prove nel 2009, ma la Corte Suprema ha ordinato un nuovo processo.