Ondata di gelo, scatta l’emergenza

L’ondata di freddo prevista dai meteorologi è arrivata ieri mattina nella capitale e non se ne andrà prima di giovedì. Assieme alle basse temperature sono stati annunciati dall’assessorato comunale alle Politiche Sociali gli interventi a favore delle persone senza fissa dimora. Quest’anno il Piano Inverno prevede un maggior numero di posti d’accoglienza: le nuove strutture contano complessivamente 4346 posti (170 in più rispetto allo scorso anno e 3500 in più rispetto al 2001). Particolare attenzione, annuncia il Comune, ai posti riservati ai nuclei madri-bambino.
Questo, in dettaglio, il piano di interventi previsto dal Campidoglio. Partiamo dall’ambulanza attivata dalla sala operativa sociale. Svolgerà servizio tre volte alla settimana lungo le strade cittadine e presso i centri di accoglienza. Secondo anno per l’Isola della Solidarietà di Castel Sant’Angelo, la struttura di accoglienza e transito per le persone senza fissa dimora è stata realizzata in tende con struttura in alluminio e copertura in Pvc, con ventilazione forzata ad aria calda e gruppo elettrogeno indipendente. Funzionerà come centro di sosta e di accoglienza in particolare per le persone con maggior fragilità sociale e per le quali è più difficoltoso l’accompagno nei centri di accoglienza comunale. Uno dei bus della solidarietà farà tappa ogni sera all’Isola, per accompagnare le persone anche presso gli altri centri di accoglienza. Due bus gran turismo svolgeranno, invece, servizio tutte le notti per assistere i clochard ed accompagnarli ai centri di accoglienza. Il servizio prevede che lungo il percorso le vetture effettuino una serie di fermate per consentire alle persone di salire, prendere una bevanda calda, riposarsi, scendere oppure decidere di proseguire la corsa che termina in un centro di accoglienza. A bordo di ogni bus, oltre all’autista, ci sono quattro operatori della sala operativa sociale del Comune. Uno dei due fa servizio nelle zone del litorale romano, mentre l’altro è dedicato al centro storico e ai quartieri con maggiore presenza di persone senza dimora.
Coperte e capi d’abbigliamento. Il Comune ha acquistato - e metterà in distribuzione (sia direttamente attraverso le unità di strada della sala operativa sociale sia per mezzo delle tante associazioni di volontariato attive nel settore) oltre 15.000 fra coperte e capi d’abbigliamento mentre la rete delle otto mense cittadine erogherà una media di 2600 pasti al giorno, ai quali si aggiungono quelli serviti all’interno di diversi Centri di accoglienza.
Sarà la Sala Operativa Sociale - attiva 24 ore su 24, 365 giorni l’anno - a coordinare tutti gli interventi e a costituire un punto di riferimento sia per le tante associazioni di volontariato che ogni inverno si impegnano per aiutare le persone in difficoltà, sia per le altre istituzioni. La Sala operativa Sociale è raggiungibile al numero verde 800.440022.