Ondata di maltempo su tutta Italia

L’arrivo di una perturbazione
proveniente dall’Atlantico porterà domani a un
peggioramento delle condizioni meteorologiche. Precipitazioni al Nord, nevicate sulle Alpi e venti forti su Tirreno e Adriatico<br />

Roma -  Piogge continue, temporali, venti forti e mareggiate: in tutta la penisola scoppia l'allerta maltempo. Sembra che l'autunno sia arrivato: per i prossimi due giorni, infatti, è prevista una violenta ondata di maltempo che si abbatterà su tutto il Centro Nord. Tra le Regioni più colpite la Liguria centro-orientale, la Lombardia, l'Emilia-Romagna, il Veneto, il Trentino-Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia, la Toscana, l'Umbria, le Marche, il Lazio e la Campania. E sugli archi alpini arrivano le prime nevicate.

E' allarme maltempo L’arrivo di una perturbazione proveniente dall’Atlantico porterà domani ad un peggioramento delle condizioni meteorologiche. Dapprima arriverà sul nord, poi sul resto del Paese. Ci saranno, precipitazioni diffuse, che dal settore nord-ovest si estenderanno alle altre regioni settentrionali e alle centrali tirreniche. La Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche per le precipitazioni diffuse anche a carattere temporalesco, accompagnate in alcuni casi da forti raffiche di vento ed attività elettrica che dalla mattinata di domani interesseranno il settore nord-occidentale per estendersi alle restanti regioni settentrionali e alle centrali tirreniche. Attese anche nevicate deboli o localmente moderate sui settori alpini, prealpini e sull’appennino settentrionale a quote superiori ai 1.300-1.500 metri e in successivo abbassamento fino a 1.000 metri. Inoltre, a partire dalla tarda mattinata di domani, saranno interessati dai venti forti l’intero bacino del tirreno e l’alto adriatico. Possibili mareggiate lungo le coste esposte, in particolare sulle due isole maggiori.

Venti forti sul versante tirrenico Secondo il bollettino emanato dal centro meteo dell’Aeronautica militare, si prevedono venti forti da sud-ovest su Liguria e Toscana, in rotazione da nord-ovest. Venti forti sono previsti anche da nord-ovest sulla Sardegna settentrionale, in rapida estensione al resto dell’isola. Dalla sera, secondo il bollettino, sono poi attesi venti forti dai quadranti occidentali sul Lazio, in rapida estensione a Campania, Sicilia e settori tirrenici di Basilicata e Calabria. Inoltre, venti forti da sud-est sulle coste di Marche, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e, dalla tarda serata, su Molise e Puglia. Saranno possibili mareggiate lungo tutte le coste esposte.

Il maltempo al Sud Dalla prima mattinata di domani e per le successive ventiquattr'ore, si prevedono venti forti dai quadranti settentrionali su Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Marche settentrionali, in estensione ad Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata. Freddo in Pianura Padana, le minime saranno intorno ai 4 gradi. Neve oltre i 1200-1500 metri sull’arco alpino. Previsti 30-35 centimetri sulle Dolomiti venete. Mari agitati: forza otto il Mar Ligure, il Tirreno Settentrionale e il canale di Sardegna. Mare forza sette-otto anche sull’Adriatico settentrionale e sul Tirreno Centrale.