Onorati, dalle banane ai dolciumi Per sentirsi come Hänsel e Gretel

È un posto simile alla favolosa casetta di zucchero di Hänsel e Gretel. Ma non siamo in una favola, bensì in pieno centro di Roma: la canditeria di Patrizia Onorati, alias Dolciumi e frutta secca Onorati dal 1937. Come dice il nome, il negozietto (che fa parte del catalogo dei negozi storici di Roma con il numero d’ordine 758) esiste da settant’anni e non si è ancora stancato di regalare ai suoi clienti sapori dolci e ricordi colorati. Agli albori, prima della seconda guerra mondiale, era famoso come uno dei pochissimi luoghi nella capitale in cui fosse possibile acquistare delle banane. Poi negli anni questo punto vendita si specializzò nella vendita di dolciumi di ogni tipo.
Appena si entra le idee si confondono tra canditi, caramelle, liquirizie e decine di sfacciate delizie. La frutta candita è assortita: si va dal giallo del melone al verde-cedro, seguendo una gamma di colori vivaci fino alle ciliegie rosse. Delle arance si vende sia la buccia, sia l’intero frutto candito. Particolare raro e buonissimo è la zucca. Spesso si fa confusione tra frutta candita e disidratata, cioè quella senza aggiunta di glucosio e che non è stata bollita precedentemente. La papaya disidrata è tagliata in pezzi grossi e ha un sapore intenso. Poi ci sono le uvette, l’ananas, gli agrumi, la banana e altra frutta ancora. Due chicche raffinate sono i boccioli di rosa e le violette cristallizzate. La differenza con i canditi sta nell’utilizzo dello zucchero anziché del glucosio usato per candire.
Sugli scaffali, i barattoli di vetro (stile negozio di dolciumi de «La casa nella prateria»), contengono tentazioni di ogni tipo. Ottimi i «Sassi», bocconcini di liquirizia morbida al gusto di anice coperti di glassa, di tradizione meridionale. Si chiamano così perché hanno l’aspetto delle pietruzze del mar Ionio e hanno conservato lo stesso sapore di una volta. Le «Lacrime d’amore» sono famose anche come «Goccioline al rosolio», pepite di zucchero colorate e senza liquore, nonostante il nome. Tra le tante caramelle che fan mostra di sé dagli scaffali, quelle da comprare assolutamente sono gli anicini, le caramelle alla cannella e alla menta. Le liquirizie si trovano in ogni consistenza: morbide le More, duri i Pesciolini, piccole le semplici Pastiglie nei classici contenitori di latta.
Il solo rischio in questo negozio è di restare storditi, tante sono le cose da guardare. La pasticceria Le Gateau fa arrivare ogni due giorni (in caso di golose necessità anche tutti i giorni) i marron glacé e le buccette di arancia con copertura di cioccolato fondente, così si esagera in bontà. Prodotti, questi, che si vendono sfusi. Per chi sa cucinare e i dolci li vuole creare da casa, in questo negozio si vendono anche spezie e confetti per guarnire, cioccolato in tavoletta e cacao in polvere, oltre a tanti tipi di sciroppi, marmellate e crema di nocciole. E per chi ama la frutta secca come le mandorle (sbucciate e no), i pinoli, le nocciole e le noci, niente paura: c’è pure quella. Non resta che arrendersi e imitare i bambini, che si appiccicano alle vetrine promettenti di sorprese.
Corso Rinascimento, 8; telefono 066865268