«Onorevoli e ministri ancora in silenzio»

Eraldo Ciangherotti del Movimento per la vita ligure ha inviato l’inchiesta del «Giornale» e gli articoli che ne sono seguiti a tutti i parlamentari. «Da due giorni vi scriviamo ogni mattina - ha precisato venerdì - e nessuna risposta dai vostri uffici. Non abbiamo ancora letto un vostro commento sulle colonne del “Giornale” per prendere posizione rispetto alla triste pagina di cronaca: una giornalista del “Giornale” è andata in 4 consultori dell’Asl ligure e ha ottenuto un certificato di aborto senza una gravidanza in atto e senza essere stata aiutata a rimuovere le cause». Ciangherotti ha scritto anche alle «ministre» Turco-Pollastrini-Bindi: «Non abbiamo letto un vostro commento sul “Giornale”. Si può pensare: “il Giornale” non piace perché non di sinistra e quindi poco strumentalizzabile. Ma almeno non si vada su «La Stampa» a scrivere un articolo facendo finta di nulla e insistendo che la legge 194 funziona».