Onu, Vaticano non fimerà convenzione sui disabili: "Manca divieto di aborto"

La Santa Sede non intende firmare la convezione sui diritti dei disabili. Il Vaticano ha partecipato ai lavori di stesura del testo ma si è rifiutata di firmarlo perchè non è stato inserito un divieto esplicito nei confronti dell’aborto

Roma - Il Vaticano non firmerà la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, entrata in vigore l’8 maggio scorso. La Santa Sede aveva già annunciato il proprio rifiuto, ma è stato confermato oggi, alla vigilia della giornata internazionale delle persone con disabilità, promossa dalle Nazioni Unite sul tema "Dignità e giustizia per tutti noi".

Non è esplicitamente vietato l'aborto La Convenzione Onu sui diritti dei disabili è il primo trattato sui diritti umani del Terzo Millennio ed è stato approvato dall’Assemblea generale dell’Onu nel 2006. Il Vaticano ha partecipato attivamente ai lavori per la stesura del testo, durati cinque anni ma, alla conclusione, si è rifiutata di firmarlo perchè il documento non ha inserito un divieto esplicito nei confronti dell’aborto.