Ooijer, una roccia in difesa

Il terzo tassello di Guidolin sarà Andrè Ooijer, 31 anni, roccioso difensore del Psv Eindhoven. La trattativa era ben avviata ma ieri c’è stata la tanto attesa fumata bianca: mancavano solo i dettagli invece nelle scorse ore è stato perfezionato l’ingaggio dell’olandese che è stato acquistato per rafforzare il reparto arretrato del nuovo tecnico. A confermarlo ieri è stato proprio il presidente del Genoa che non si è lasciato scappare l’opportunità di ottenere un giocatore che nel passato campionato ha disputato la Champion’s League. Sfuma così la possibilità di vededere in rossoblù Gabriel Milito, fratello del Prinicpe.
Il Genoa invece ha detto «no grazie» a Diego Rodolfo Placente, 28 anni, nazionale argentino del Bayer Leverkusen. La società aveva parlato con i suoi agenti che però hanno «sparato» un ingaggio troppo alto: 1 milione 500 mila euro e il dg Stefano Capozucca ha preferito rinunciare alla trattativa. Intanto i tifosi pensano già alla serie A: "Se usciamo da questa storia, voglio rifare la festa", aveva detto Preziosi. Un gruppo di supporter di Montoggio ha raccolto l'appello e, anche se la fine delle note vicende non sembra vicinissima, ha organizzato per questa sera, sul piazzale di Bromia, la Festa Rossoblù. Birra per tutti in un'atmosfera di allegria, grazie anche allo ska dei Black Market, nella cornice del borgo che, per l'occasione, si tingerà dei colori del Grifone.
Il via è previsto per le ore 20. E ieri è anche stato fondato il Genoa Club Fabrizio De Andrè, che ha sede presso il museo-negozio custodito in via del Campo, la strada nel centro antico resa celebre dall'artista genovese. A poco più di un anno dalla scomparsa di Gianni Tassio, un gruppo di suoi amici ha voluto ricordare il grande "Faber".