Opa in Russia Il via entro pochi giorni

da Milano

Potrebbe partire la prossima settimana l’Opa di Enel sulla genco russa Ogk-5. Lo ha detto l’ad del gruppo italiano, Fulvio Conti, durante una conference call con gli analisti per la presentazione dei risultati trimestrali. Enel punta a salire al 76% della società di cui detiene già il 37,15%; la quota rimanente dovrebbe rimanere in capo allo Stato russo.
Il piano di sviluppo 2007-2012 previsto da Enel contempla investimenti per 2,37 miliardi di euro, di cui 670 milioni di euro in nuova capacità produttiva, 495 milioni di euro in opere finalizzate a migliorare la compatibilità ambientale e la sicurezza delle centrali esistenti e 1,2 miliardi di euro per ammodernamento e miglioramento dell’efficienza.
Quanto ai risultati l’utile netto è salito nei primi 9 mesi dell’1,4% a 2,678 miliardi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In leggero aumento anche i ricavi, +0,5% a 28,76 miliardi. Sulla crescita dell’utile ha contribuito l’effetto positivo dei dividendi netti di Endesa pari a 296 milioni di euro. Nel corso della conference call Conti ha anche annunciato che l’Enel lancerà «in poche settimane» un bond da 2 miliardi di euro sul mercato italiano destinato alla clientela retail.