Operaia massacrata dallo spasimante

Lui la corteggiava, lei lo aveva rifiutato quando aveva appena 15 anni. Emiliano Santangelo, 33 anni, residente in provincia di Torino, ha aspettato dieci anni e ha poi consumato la sua vendetta. Ha atteso Deborah Rizzato, oggi 25enne, davanti alla fabbrica tessile in cui lavorava a Cossato, in provincia di Biella, e l’ha poi colpita a coltellate. L’uomo è poi passato sul suo cadavere con la propria auto. Due giorni dopo l’assassino viene arrestato da un vigile di Genova, dopo che era fuggito a un «alt» per ben tre volte e aver urtato altrettante vetture. In carcere, l’uomo mostra segni di squilibrio, fino al gesto estremo: si impicca il 3 febbraio 2006 in cella.