Operaio morto a San Pietro: il Gip archivia

È finita in archivio l’inchiesta della Procura sulla morte di Costantino Marchionni, l’operaio deceduto nel 2003 per il crollo di un ponteggio mentre era impegnato in piazza San Pietro nei lavori di allestimento del palco per l’udienza del mercoledì di Giovanni Paolo II. Il gip Romina Incutti ha deciso di mettere la parola fine a ogni ulteriore accertamento per difetto di giurisdizione: l’unico organo competente a indagare su un fatto accaduto sul sagrato è l’autorità del Vaticano. Vanno in fumo, così, le speranze coltivate dagli avvocati Domenico Battista e Carolina Valensise di sapere come e perché Marchionni perse la vita.