Operata d’urgenza rinviato l’esame

Un banco vuoto, ieri mattina, per la seconda prova di esame di Stato al liceo artistico delle Suore «Preziosine» di Monza: una candidata, Alessandra B., non si è presentata. Un forfait forzato, che si spiega col certificato di ricovero urgente in ospedale. «Stava studiando – racconta il padre della studentessa – quando improvvisamente le si è oscurata la vista. L’abbiamo portata subito da un oculista che ha disposto il suo ricovero urgente». Alessandra, ieri mattina, è stata sottoposta a un intervento chirurgico per salvare la retina. Un intervento delicato che le impedirà, per almeno un mese, di poter anche solo aprire un libro. Quindi nemmeno la possibilità di recuperare alle prove suppletive in programma all’inizio di luglio. Ma attraverso il Csa (l’ex provveditorato agli studi) è già stata avanzata una richiesta per aprire una sezione speciale tutta per Alessandra, a settembre. In via Ripamonti assicurano che il Miur darà il suo benestare. Per la studentessa un incidente che sconvolge tutti i suoi programmi per la prossima estate. Ancora sotto choc, la sua migliore amica all’uscita della seconda prova commenta: «Alessandra è una ragazza preparatissima: sarebbe arrivata al diploma anche con un bel voto. Poi saremmo partire insieme per le vacanze, in Grecia. Ora la cosa più importante è che la mia amica possa recuperare in pieno la vista, perché l’intervento è riuscito. Al resto si rimedia facilmente». La studentessa scappa via. Corre in ospedale per stare vicina ad Alessandra, anche per tranquillizzarla sul diploma rinviato: lo avrà tranquillamente. A settembre.