Operata di tonsille: ragazza in coma

Aperta una commissione d’inchiesta per capire se c’è un errore umano dietro la tragedia all’ospedale di Portogruaro, dove una ventiseienne di San Stino di Livenza è tuttora in coma dopo un banale intervento di asportazione delle tonsille. Durante l’operazione la ragazza è rimasta per alcuni, lunghissimi minuti, senza ossigeno, a causa dell’«accidentale fuoriuscita del tubo endotracheale», come ha subito ammesso la competente Asl 10 di San Donà di Piave. Danni al cervello e complicanze cardiache le gravi conseguenze. Ora i familiari hanno annunciato un ricorso alla magistratura.