Operativo il polo nautico italo-brasiliano a Manaus

È stato firmato nei giorni scorsi a Rio de Janeiro il memorandum d'intesa tra la delegazione italiana (ministero dello Sviluppo econmico, Ucina-Confindustria Nautica) e il governo dello stato di Amazonas per la promozione dello sviluppo di un segmento nautico navale italiano nel Polo Navale della zona franca di Manaus. Al tavolo dell’accordo, insieme con il presidente di Ucina, Anton Francesco Albertoni, anche il direttore generale alla politica commerciale internazionale del ministero, Amedeo Teti; Flavia Skrobot Barbosa Grosso, sovrintendente della zona franca di Manaus (Suframa); il governatore dello stato di Amazonas, Omar José Abdel Aziz. Il «trattato» bilaterale è in vigore dal 29 aprile (data della firma), avrà una durata di 5 anni ed è già stato pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» della Repubblica Federale del Brasile. NELLA FOTO: da sinistra: Flavia Skrobot Barbosa Grosso, sovrintendente alla zona franca Manaus-Suframa; una funzionaria federale; Anton Francesco Albertoni, presidente di Ucina; Amedeo Teti, direttore generale per la politica commerciale internazionale del ministero dello Sviluppo economico.