Operato Alemanno: salirà al Campidoglio usando le stampelle

Ancora un paio di settimane con le stampelle per il sindaco di Roma Gianni Alemanno, tornato ieri sotto i ferri per «la rimozione - hanno fatto sapere dal Comune - del fissatore esterno alla gamba». L’operazione subita ieri dal primo cittadino capitolino - 50 minuti di intervento all’ospedale San Giovanni - era programmata da tempo, essendo il previsto complemento dell’operazione del 4 agosto scorso, durante la quale ad Alemanno fu applicato il fissatore. I due interventi chirurgici di osteotomia correttiva della tibia sono stati eseguiti entrambi dal primario del nosocomio romano, Andrea Campi. Povero Alemanno: lui, appassionato scalatore, costretto a zoppicare su e giù per le sale del Campidoglio. Almeno, questa volta gli è toccato di passare solo una notte ricoverato in ospedale. Ad agosto furono quattro. È segno che la guarigione procede bene.