Operato, è grave il giovane ferito nel Bresciano

da Bergamo

Sono stazionarie le condizioni di Nicola Recaldini, ferito nella notte tra sabato e domenica da una pietra lanciata contro l'auto che stava guidando. Il 25enne di Piancamuno è stato sottoposto domenica a un lungo intervento agli Ospedali Riuniti di Bergamo. L'intervento sarebbe «tecnicamente riuscito», ma i sanitari non sarebbero ancora in condizioni di pronunciarsi sulla prognosi e il giovane è in coma farmacologico.
Nel frattempo proseguono le indagini nella zona al confine tra le province di Brescia e Bergamo e in particolare immediatamente sopra il lago d'Iseo, al fine di individuare chi ha lanciato per almeno quattro volte dei sassi da un'auto contro altre vetture, nella notte tra sabato e domenica. Per cercare di arrivare all'identificazione dei responsabili gli investigatori intendono utilizzare anche le riprese delle telecamere di distributori di carburanti e di aziende situate lungo la statale 42.
I lanci di sassi avvenuti nello scorso fine settimana non sono, peraltro, i primi che si registrano nella zona nelle ultime settimane. I carabinieri da diversi giorni sono impegnati anche con autocivetta a prevenire il fenomeno, oltre che a cercare di rintracciare i responsabili dei lanci.