Operatori esteri crescono in Italia

Assosim

Cresce l’attività degli operatori esteri nei mercati azionario e dei derivati e scende quella degli operatori italiani. Il rapporto di Assosim, l’Associazione italiana degli intermediari mobiliari, sui volumi di negoziazione del primo semestre 2006 ha registrato una flessione delle quote di mercato dell’azionario e dei derivati degli intermediari Assosim dal 77,54 per cento al 75,51 per cento. La classifica sui volumi di negoziazione è guidata da Banca Akros con una quota del 5,7% degli scambi, Finecobank è l’intermediario più attivo nel MTax, mentre sul SeDEx primeggia Iwbank. Sul Minifin è guidato da Sella Holding Banca mentre sullo Stock Futures dalla Banca nazionale del lavoro. L’Assosim raggruppa 75 associate fra Società di intermediazione mobiliare, banche di investimento, banche e filiali di intermediari esteri.