Operazione anti-abusivi: dieci vigili aggrediti

Una cinquantina di ambulanti africani reagiscono ai ghisa travolgendo anche i turisti

Un breve colluttazione, che ha però coinvolto anche turisti e milanesi a passeggio per il parco Sempione. Ma per fortuna senza gravi conseguenza. Si è conclusa infatti in pochi minuti l’operazione della squadra anti-abusivi della polizia municipale che ha sequestrato la merce ai soliti venditori africani che stazionano negli spazi esterni del Castello Sforzesco. Gli ambulanti hanno poi anche cercato, senza successo, di provocare un nuovo assalto per riprendersi le loro cose. «Il fenomeno è grave - dice il vicesindaco Riccardo De Corato - i nostri agenti fanno un gran lavoro, ma dovrebbero intervenire anche carabinieri, polizia e guardia di finanza».
Sono circa le 15 di mercoledì quando il comando di piazza Beccaria attiva la squadra, una decina di robusti e decisi vigili, abituati da anni a fronteggiare gli ambulanti, quasi tutti abusivi e africani, in gran parte provenienti dal Senegal. Stanno infatti piovendo al centralino decine di telefonate di milanesi e turisti, infastiditi dall’invadenza con cui gli africani cercano di rifilare la mercanzia.
I vigili, a bordo di due auto e un pulmino, «piombano» sui clandestini. I senegalesi cercano di difendere la merce e ne nasce una colluttazione, qualche spinta. I ghisa hanno però la meglio e costringono gli stranieri a una precipitosa fuga che coinvolge i passanti, spinti e, in qualche caso, fatti rotolare per terra.
Tutto sembra finito, i ghisa raccolgono le solite carabattole e riempiono il pulmino. Fanno appena in tempo a risalire sui loro mezzi quando gli africani ritornano alla carica. Circondano e assaltano i veicoli. Prendendoli a calci e pugni, nel vano tentativo di ricuperare le loro cose. Gli agenti municipali, vista anche la presenza di numerosi passanti, non reagiscono, e partono sgommando, lasciando a mani vuote gli abusivi.
«L’intervento dell’altro giorno ancora una volta ha dimostrato quanto la polizia municipale sia sempre in prima fila nel contrasto all'abusivismo commerciale, sia che questo avvenga nei mercati comunali scoperti, in Paolo Sarpi, in Corso Buenos Aires oppure al Castello». Spiega De Corato, che ha la delega alla Sicurezza, illustrando l’operazione. «Come l’aggressione subita dai vigili - prosegue il vicesindaco - dimostra quanto il fenomeno stia diventando non solo un problema di concorrenza sleale, ma anche di ordine pubblico». Il fenomeno, secondo De Corato, «richiede per questo risposte immediate da parte della guardia di finanza, ma anche del prefetto, del questore e del comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri».