Operazione Puppet Fiamme gialle sequestrano 500mila giocattoli a rischio destinati ai bambini piccoli

Sequestrati cinquecentomila articoli privi del marchio «Ce», per un valore superiore ai due milioni di euro, e denunciato L.G., italiano di 65 anni, per frode in commercio, indebita apposizione di marchi e immissione di merce priva dei contrassegni previsti per legge. È il bilancio dell’operazione «Puppet», del Comando provinciale della guardia di finanza contro il commercio illegale di giocattoli pericolosi. L’imprenditore finito in manette aveva stabilito la propria sede operativa nella zona nord-est della città. Ieri è stato bloccato mentre scaricava la merce dai tir per metterla in due depositi, di 1000 e 3000 metri quadrati, allestiti in modo da occultare, in confezioni anonime e prive di etichettatura, giocattoli non sottoposti a report-test di sicurezza rilasciato dall’Ue, destinati a bambini fino a tre anni di età.