OPERAZIONI SCONOSCIUTE E DIMENTICATE DI SOLDATI IN UN MONDO IN ARMI

La seconda guerra mondiale è stata, tra i grandi conflitti, uno dei più studiati poiché ha influito sugli equilibri geopolitici, geografici, demografici e diplomatici di quasi tutto il mondo. Ha inoltre creato i presupposti di un nuovo assetto mondiale che venne notevomente condizionato dall'evoluzione scientifica e tecnologica il cui sviluppo fu accelerato, proprio durante la guerra, nella ricerca di mezzi bellici sempre più potenti. E sempre i vincitori cercano di trovare le giustificazioni storiche ai propri atti criminali ritenendo tali solo quelli compiuti dagli sconfitti.
Il libro di Alberto Rosselli «Storie segrete - Operazioni sconosciute o dimenticate della Seconda Guerra Mondiale» (Gianni Iuculano Editore) non ha come obiettivo quello di riconsiderare le grandi tematiche e i fatti determinanti del conflitto e tanto meno riproporre una lettura degli eventi così come si sono determinati o come vengono descritti dalla letteratura mondiale, ma pone la propria attenzione su alcuni episodi sconosciuti o dimenticati che, probabilmente, non hanno inciso in modo determinante sugli esiti della guerra, ma certamente hanno riguardato la storia di pochi uomini, di un proprio ristretto contesto in cui operavano, quasi avulso dalla globalità strategica ed operativa di cui spesso non erano nemmeno consapevoli. Dunque storie di uomini, spesso, loro malgrado, risultate anche eroiche.
In una prosa scorrevole, corredata di elementi tecnici utili agli esperti ed appassionati della tecnologia bellica del periodo, sono selezionati ventotto avvenimenti riguardanti fatti e imprese avvenuti nelle varie parti del mondo che vedono protagonisti uomini dei vari schieramenti in lotta.
Tra gli argomenti, particolarmente interessante è la trasvolata che viene effettuata da Asmara a Roma, con un aeroplano tecnicamente inutilizzabile, da parte di alcuni sopravvissuti italiani alla battaglia vinta dagli inglesi sul fronte dell'Africa Orientale nel '41. Sempre riguardante gli italiani viene descritto il viaggio aereo Roma-Tokio e ritorno compiuto dal colonnello Moscatelli con il capitano pilota Curto ed il sottotenente Mazzotti, impresa che consentì i collegamenti fra gli alleati tedeschi, la Manciuria e il Giappone.
Curiose e sconosciute alcune imprese dei giapponesi compiute sul territorio australiano e i raid aerei, da parte degli stessi, fino alle coste occidentali del continente nordamericano.
Rocambolesco l'episodio che vede protagonista il comandante Bruno Napp che, con il proprio sommergibile Perla, riesce a sfuggire agli inglesi a Massaia e, dopo aver circumnavigato l'africa, arriva alla base francese di Bordeaux.
Un capitolo particolarmente interessante è quello che descrive la allocazione di attrezzature metereologiche, sofisticate per l'epoca, in isole della calotta polare artica e le micro battaglie per distruggerle e prenderne il posto da parte delle forze in conflitto (tedeschi e inglesi).
Nella seconda parte del libro sono interessanti, fra le altre vicende, la pianificata e mai attuata occupazione tedesca di Gibilterra, la rivalutazione del generale cetnico Draza Mihailovich, l'invasione anglo-sovietica dell'Iran e la sconosciuta deportazione di oltre 250.000 militari e civili polacchi nel deserto iraniano ad opera dei sovietici, la guerriglia intrapresa da alcuni ufficiali italiani, in Africa Orientale, dopo la resa del Duca d'Aosta ed infine la vicenda degli scienziati tedeschi della fondazione per l'Eredità Ancestrale e la Preistoria dello Spirito e della società Segreta di Thule, alla corte del Dalai Lama.
Alberto Rosselli, dunque, non intende riscrivere parti della storia del secondo conflitto mondiale ma, in questo libro, integra la storiografia ufficiale con alcuni di quei fatti sconosciuti o ritenuti poco influenti rispetto allo sviluppo globale della guerra, stando dalla parte dei protagonisti indipendentemente dallo schieramento di cui facevano parte.

Alberto Rosselli, «Storie Segrete. Operazioni sconosciute o dimenticate della Seconda Guerra Mondiale», Gianni Iuculano Editore, 16 euro.