Le opere di Lodola al Galata

Oltre 140 opere dell’artista pavese Marco Lodola, tra cui alcune a tema marittimo, saranno esposte per tre mesi al Galata Museo del Mare. La rassegna, intitolata «Lightship to Lodola», ha aperto ieri i battenti e resterà a Genova fino al 15 settembre. «Lightship» letteralmente significa battello-faro. «In gergo marinaro è quella nave che, esattamente come un faro, illumina la via ai viandanti dell'acqua. Un po’ come succede per Marco Lodola, che da molti anni illumina la via dell'arte contemporanea alla guida del suo bastimento tutto luccicante» spiegano al Galata.
La mostra permetterà ai visitatori del Galata, senza alcun sovrapprezzo sul costo del biglietto (10 euro l’intero) e negli orari di apertura del museo (10-19.30 escluso il lunedì), di seguire un percorso artistico che si snoderà lungo tutti i 10mila metri quadrati del museo, tra serigrafie, disegni a matita e pennarello su carta, tele e sculture in lamiera, neon e perspex (una materia plastica).
Tra gli eventi legati alla mostra, la presentazione di una nuova serie di sculture in argento dell’artista, e l’esposizione delle opere nate dal connubio tra l’esperienza artistica di Lodola e quella di Andy, tastierista del gruppo musicale pop Bluvertigo.
Il ricavato della vendita del catalogo della mostra, curato da Edizioni Abc Arte con testi di Chiara Argenteri, sarà devoluto al Fondo malattie renali del bambino, che sostiene il reparto di Nefrologia dell’ospedale Gaslini di Genova. Informazioni allo 010-2345.655.