Le opere di Sebastiano Bonello per il recupero dei detenuti

Ecolab, cooperativa di sostegno per il recupero dei detenuti, si trasforma in galleria d’arte, con la personale di Sebastiano Bonello. Opere d’arte nel capannone di via Cucchiari dove solitamente vengono cucite borse nei più disparati materiali compresi vecchi striscioni pubblicitari. Qualche mese fa ha conosciuto un’inattesa popolarità quando è arrivato anche Renato Vallanzasca. E da questa sera alle 20 la cooperativa diventa galleria d’arte con le opere di Sebastiano Bonello: dipinti, foto emulsionate su tela e video. «I Quadri rappresentano un ritorno al luogo dove si compie il sogno di universalità. Colori dei cerchi ipnotici. Ritmano il silenzio proprio là dove la macchina non smette il suo incedere frastornante». Come spiega Manuela Gandini.