Operetta dagli occhi a mandorla

Si rinnova l’appuntamento con l’operetta al Teatro Gustavo Modena. Oggi alle 16 va in scena un classico come «Cin Ci Là» nell’adattamento della Compagnia Italiana di Operetta che da molti anni ripropone, con allestimenti e scenografie sempre nuove, un repertorio classico ma ancor oggi molto amato.
Cin ci là ebbe il suo battesimo al Teatro Dal Verme di Milano il 18 dicembre 1925 e ancor oggi registra «tutto esaurito» nei teatri italiani a testimonianza del consenso che ancor oggi riscuote l’operetta presso il pubblico. La storia è ambientata a Macao, in Cina, dove è tradizione che quando un membro della casa regnante si sposa, si dia inizio al Ciun-Ki-Sin: un periodo nel quale si sospende ogni divertimento e ogni lavoro, fino a quando il matrimonio non sarà consumato.
L’orchestra dal vivo diretta da Orlando Pulin accompagna una bravissima Elena D’Angelo nei panni dell’irresistibile Cin Ci Là, attrice del varietà arrivata inaspettatamente a Macao insieme al suo buffo spasimante Petit-Gris. Proprio in quei giorni si è celebrato il matrimonio tra il Principe Ciclamino e la Principessa Myosotis, due giovani piuttosto inesperti che non hanno le idee molto chiare sui doveri matrimoniali rischiando di far durare in eterno l’usanza di Macao. Fon-Ki, il mandarino, che aveva conosciuto Cin-Ci-Là nella capitale francese, vede in lei la soluzione: sarà Cin-Ci-Là ad insegnare al principe Ciclamino quello che non sa. Da qui si inesca una serie di colpi di scena... da operetta.