Opposizione compatta sul nuovo impianto

Musso e i partiti chiedono di partire subito con i lavori

Uniti per mettere alle strette Marta Vincenzi. Enrico Musso e il capogruppo di Forza Italia a Tursi Raffaella Della Bianca, fianco a fianco, assieme agli altri consiglieri comunali di centrodestra per annunciare l'autoconvocazione del consiglio. Tra i partiti mancavano solo l'Udc (Vincenzo Lorenzelli) e la Lega (Alessio Piana): assenti giustificati che hanno comunque dato la loro adesione. «A memoria d'uomo - ricorda l'azzurro Guido Grillo - stiamo applicando una norma mai utilizzata in passato». Insieme per chiedere, come prevede lo statuto, una nuova seduta e far discutere finalmente nella Sala Rossa il problema rifiuti a Genova, «perché - spiegano - è possibile un'emergenza analoga a quella di Napoli». «Un'iniziativa importante, nata perché la maggioranza sembra continuare a non voler affrontare il problema» ricorda Della Bianca.
Insieme anche per lanciare un ultimatum al sindaco: «Basta con i rinvii, va fatto qualcosa subito a Genova perché la Liguria è l'unica Regione d'Italia a non avere un inceneritore» ricordano, attaccando l'assessore al ciclo dei rifiuti Carlo Senesi che di inceneritore (per lui «disgregatore molecolare») vorrebbe sentir parlare solo dopo il 2009.
«Dobbiamo scegliere l'impianto tecnologico più moderno con minor impatto ambientale, non necessariamente a Scarpino, ma lo dobbiamo fare subito» attacca Musso. Tutti sono d'accordo, e l'ultimatum è lanciato: entro tre mesi bisognerà scegliere un progetto senza inseguire l'ennesima sperimentazione del futuro.
«Sono già in ritardo - ricorda Della Bianca - ci vorranno tre anni per la costruzione dell'impianto e Scarpino sarà satura nel 2009». «Il prefetto era venuto già due anni fa a Tursi per lanciare l'allarme ma nulla è stato fatto - ricorda Giuseppe Murolo (An) - Continuano a rinviare il problema poiché la maggioranza è divisa». Eppure, al momento c'è disponibilità da alcuni esponenti della minoranza ad accogliere per solidarietà parte dei rifiuti campani. Favorevoli, se pur con certe garanzie, Musso, Murolo e Centenaro (Lista Biasotti). Più cauta Forza Italia.
Di questo e di altro, comunque, se ne potrà parlare direttamente con Musso già da domani, poiché l'ex candidato sindaco inizierà a fare quello che Marta Vincenzi aveva promesso e mai più mantenuto: incontri settimanali con i cittadini. L'appuntamento è fissato ogni lunedì sera alle 18 al Garibaldi Cafè.