Ora Apple rischia lo stop per iPad e iPhone

L’Antitrust riaccende il faro su Apple. Il colosso di Cupertino dovrà assicurare il rispetto della garanzia legale biennale, insieme a informazioni chiare sui servizi di assistenza. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato torna alla carica con un procedimento per inottemperanza notificato alle due società operanti in Italia. Ora o il gigante fondato da Steve Jobs si adegua o rischia ulteriori sanzioni fino a 300mila euro (dopo i 900 mila già inflitti a fine 2011) e, quale conseguenza successiva, lo stop delle vendite in Italia per un mese.
L’Antitrust insiste sulla piena applicazione, come previsto dal Codice del consumo e dalla direttiva Ue, della garanzia legale biennale a carico del venditore. A dicembre del 2011, l’Autorità aveva già sanzionato la società della «mela» per due pratiche commerciali scorrette. Contestando a tre società del gruppo (Apple Sales International, Apple Italia e Apple Retail Italia), al termine dell’istruttoria, la non «piena applicazione» ai consumatori della garanzia legale biennale a carico del venditore e informazioni «poco chiare» sugli ambiti di copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento offerti ai consumatori. Decisione poi confermata, a maggio scorso, dal Tar del Lazio. Dopo di che l’Antitrust ha monitorato il comportamento di Apple ritenendolo ancora non sufficiente.
Commenti

cgf

Dom, 01/07/2012 - 13:45

miopia tutta italiana, fermare le vendite per un mese!! SOLO di IVA cosa di rimette lo stato? Le vendite non si fermeranno comunque (a parte che non so con quale "DIRITTO" vengano bloccate le merci in vendita in un libero mercato, rischiamo poi di prendere la multa come Stato facente parte della UE, ma kissenefrega, vero? ass.consumatori (quelle a cui vanno i proventi delle multe) e autority mai pagheranno di persona. CMQ, proprio perché esistono norme comuni per la circolazione delle merci nella UE, ho cercato altrove e non ho trovato tutti questi problemi, a dire il vero nemmeno le case automobilistiche forniscono veramente i due anni e le norme sono molto più oscure, la Apple deve pagare per l'ignoranza di alcuni ad acculturarsi? Samsung... chi si meraviglia più? perché l'antitrust non si occupa di banche, assicurazioni e... perché no? di pubblici servizi forniti dalla "pubblica amministazione" di nome e non di fatto, proprio "folkloristico" il diritto in Italia.