Ora al bar si beve e si balla

La locomotiva della notte genovese porta impresse le insegne del «bar». Allo start della stagione 2006/2007 sono infatti numerosi gli avamposti attrezzati per attrarre il popolo della movida con musica live, dj set, serate a tema. Tra degustazioni di vino e maxi schermi, la Sosta del Buongustaio si appresta così al suo primo inverno in Piazza Baracca, cuore di Sestri Ponente. Forti di aperitivi destinati a durare fino a tarda sera sono poi il Bar Limited Edition di Riccardo Praticò, in via Cesarea, e lo Ziben Cafè di Antonio Rizza, in Piazzetta Pollaiuoli, nel cuore pulsante del movimento notturno, dove nel mese di ottobre cominceranno i dj set di Chico Tettamanti. Pochi passi più avanti, all'Hot Vibes di Salita Pollaiuoli, la titolare Giulia Guido propone dal giovedì la rotazione alla consolle dei migliori dj's del panorama cittadino, ferma restando la serata Gayenon del mercoledì.
L'animazione a bordo bancone è del resto il fil rouge dell'autunno, come confermano il Time Cafè di Fontane Marose, con jazz live, dj set e feste Erasmus; il Mr Blues Bar di via G.B. D'Albertis, con maxischermo, Sky e aperitivo con Dj; il Caffè Crippa di Corso Buenos Aires, con musica classica, karaoke e serata Young Talent Time; il Bar Cose Buone di Quezzi, con maxi schermo sintonizzato su MTV, bruschette e dj set; il Bun Bar di via Palestro, con serate a tema, musica live e dj set; il Coccodrink di Pedemonte di Serra Riccò, pronto a musica live e dj set per le feste del week-end. Infine il Bar Follia di via dei Mille, a Sturla, riferimento per il popolo delle discoteche. Un'offerta sempre più varia, che si troverà a confronto con le tante novità sul fronte dei locali.
Dal BerioCafè di Paolo Vanni, ancora centro culturale, musicale, artistico e gastronomico, a La Festa di Maria Savaia, a Sestri Ponente, con decine di varietà di pizze preparate dal napoletano Ciro, grande area giochi per i bambini e musica live, e possibilità di fumare il narghilé. Completamente rinnovato è poi il Seven Days di Quarto, dove Davide Icardi ha realizzato un completo restyling nel segno del «Tex-Mex» e, come sempre, della musica. A rappresentare il binomio musica e gastronomia si confermano il Bailamme di Pegli, della famiglia Molina; La Terrazza di Sturla, guidato da Gaetano Di Prima e Morena Lambiase; la Polveriera del Righi, dei fratelli Pietro e Severino Argentieri; la Taverna del Falco di Campoligure, tana del jazz diretta dai fratelli Danilo e Ferruccio Galbiati; la Locanda della Ferriera di Rossiglione diretta Maurizio Storace; il Nuovo Millennio di Antonio Palomba, regno del ballo liscio con grande pista al coperto. Matricola invernale è poi il Soho di Bogliasco, che dopo un'estate di successo continuerà ad offrire raffinate pietanze e musica nella suggestiva location sulla scogliera. Ancora «mare d'inverno» allo Strainer di Portofino, guidato da Gerardo Di Gregorio e forte di una scuderia pianobar curata da Maurizio Antognoli e Giorgio Primicerio, e all'Osteria dei Bagni di Rosssella Grassi a Sori, con serate di musica dal vivo.
All'esordio assoluto è il Cuiga di via Chiabrera, ultima creatura dei triumviri della gastronomia Alessandro Garrone, Marco Pedrelli e Roberto Costa, che va ad aggiungersi al rinnovato Maxelà di vico Inferiore del Ferro e al Taggiou, vico Superiore del Ferro.
Infine, per gli appassionati di ballo, si confermano alcune presenze storiche: il Night Club Astoria di Franco Collatini, con balletti e spettacoli di Rivista; il Cezanne di Beppe Cantatore, da anni regno del liscio e del revival live; il Changò di Nico Grisolìa, avamposto del latino americano, in via Ceccardi; il Jasmine di Stefano Rosina, pronto ad aprire i battenti in via D'Annunzio.