Ora Carla Bruni punta sul mercato Usa La love story spinge le vendite dei suoi cd

Sarkozy in visita ufficiale in India. È giallo sulla presenza della fidanzata

Nicolas Sarkozy sbarca in India per una visita di Stato senza Carla Bruni, ma l’ombra della sua fidanzata lo insegue anche laggiù. Mentre il presidente francese è nella capitale New Delhi a siglare accordi nei campi della difesa, della scienza e della ricerca nucleare, la affascinante quarantenne viene annunciata dai soliti ben informati (in questo caso una fonte anonima del governo indiano, che non è stata confermata ufficialmente) in arrivo nella città di Agra, dove sorge lo spettacolare Taj Mahal. Qui Sarkozy è atteso questa mattina per una breve visita di due ore, incastrata tra due impegni ufficiali a Delhi.
In India l’eventualità dell’arrivo di Carla Bruni suscita molta curiosità, e le indiscrezioni non sono mancate. La scorsa settimana la fidanzata del presidente francese aveva detto al quotidiano Libération che non ci sarebbe andata «perché non siamo ancora sposati» (dichiarazione poi smentita tramite il suo agente in Italia, che nega che la ex modella abbia mai rilasciato interviste sull’ufficializzazione della sua relazione con Sarkozy). In India non si sono comunque rassegnati e oggi si saprà se avessero ragione a farlo.
Ma in questi giorni di Carla Bruni si parla anche per altre ragioni, collegate alla sua attività artistica. Nel 2002, alcuni anni dopo aver lasciato le passerelle della moda, aveva inaugurato con grande successo un’attività di cantautrice, pubblicando l’album Quelqu’un m’a dit che ha venduto più di un milione di copie in Francia e poco meno nel resto d’Europa. Negli Stati Uniti, però, quel trionfo commerciale non si era ripetuto: meno di 60mila cd venduti. Ora, scrive un po’ velenosamente il Wall Street Journal, l’assai mediatizzata relazione con Nicolas Sarkozy potrebbe consentire alla Bruni di sfondare sul mercato americano con il suo più recente lavoro, No promises, che tra l’altro è cantato in inglese. Al contrario di quanto avvenuto in passato, la nuova etichetta distributrice ha deciso di investire seriamente sul lavoro della ex modella, ottenendo attenzione e spazio presso stazioni radio seguite da un pubblico adatto: quello che in America va sotto la definizione di «Triple A» (Adult Album Alternative).
Carla Bruni propone agli americani (ma non solo a loro, naturalmente) testi sofisticati presi a prestito da celebri poeti come William H. Auden, William B. Yeats ed Emily Dickinson. E strega soprattutto il pubblico maschile con la sua voce leggermente roca.