Ora Chavez e Ahmadinejadscherzano pure sul nucleare:"Un'atomica su Washington"

Il leader venezuelano e iraniano si incontrano a Caracas fanno ironia sulla bomba atomica: "E' già pronta e diretta a Washington"

Continua il tour del leader iraniano Ahmadinejad in America Latina. Durante l'incontro a Caracas con Hugo Chavez, il presidente venezuelano, i due si sono scambiati abbracci e vigorose strette di mano, ma si sono anche prodigati con battute sulla bomba atomica e sui missili puntati contro Washington.

Chavez ha infatti scherzato sul fatto che una bomba atomica fosse pronta a fare capolino da sotto una collinetta situata di fronte al palazzo presidenziale Miraflores di Caracas: "Quella collina si aprirà e uscirà una grande bomba nucleare", guadagnandosi subito la solidarietà dell'amico Mamhud Ahmadinejad, che non ha nascosto il fatto di aver apprezzato la battuta del presidente venezuelano. "I portavoce degli imperialisti sostengono che Io e Ahmadinejad stiamo andando ora nei sotterranei di Miraflores per prendere la mira contro Washington e lanciare missili. Tutto ciò è ridicolo", ha aggiunto Chavez. I due "leader dell’anti-imperialismo" hanno quindi dimostrato pubblicamente, ancora una volta, l'alleanza tra i loro Peasi, abbandonandosi a dichiarazioni anti occidentali. "Nonostante i popoli arroganti non lo vogliono, saremo uniti per sempre", ha affermato Ahmadinejad. E subito Chavez ha continuato col pensiero del "collega": "La follia imperialista si è scatenata in un modo che non si era mai visto da tanto tempo"

L’Iran e il Venezuela, entrambi membri dell’Opec, Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, durante l’ultimo decennio avevano già avuto modo di collaborare, specialmente in battagle anti americane. Per Ahmadinejad il tour in America Latina è anche l’occasione per gettare le basi di nuovi accordi economici e di cooperazione, per dar vita nuova alla piatta economia iraniana.