Ora che la sinistra è al potere gli italiani arrivano alla fine del mese

Quando governava il centrodestra, da parte dell’opposizione di centrosinistra, dei sindacati e di fazioni sociali era un continuo lamento, uno stracciarsi le vesti perché i «poveri Cristi» degli italiani non solo avevano difficoltà ad arrivare a fine mese, ma dal quindici cominciavano a stringere la cintola. Ancora, i carburanti erano cari e si sollecitava con insistenza il governo perché riducesse le tasse che su questi gravavano. Inoltre, gli sbarchi di immigrati sulle nostre coste venivano indicati come un’emergenza nazionale e conseguenza della colpevole incapacità del Governo Berlusconi. Dal momento che l’Unione ha conquistato per un soffio il potere, gli italiani sono improvvisamente diventati felici, beati e ricchi. I carburanti sono ancora cari, ma nessuno se ne lamenta. Tanto che l’attuale classe politica, che lo chiedeva ostinatamente quando era all’opposizione, non pensa minimamente di ridurre tasse ed accise. Gli stratosferici sbarchi di clandestini a Lampedusa e dintorni non rappresentano più un’emergenza ma un incremento di forza lavoro e un modo per rimpinguare le ridotte truppe elettorali del centrosinistra. Quindi tutto va a gonfie vele.