«Ora chiarisca e non si nasconda dietro a un dito»

Dopo le richieste di chiarimenti al premier Romano Prodi sulla vicenda Siemens-Italtel sollecitate dai vertici di Forza Italia (Sandro Bondi e Fabrizio Cicchitto) sulla scia del deputato Micaela Biancofiore intervengono altri esponenti di Fi. Come Angelino Alfano: «Prodi la smetta di nascondersi dietro a un dito. Ogni volta che si discute di eventuali illeciti riguardanti l’Iri nel periodo di sua presidenza fa sempre finta di cadere dalle nuvole. Sarebbe più serio e sensato che Prodi riferisse pubblicamente ciò che sa della vicenda: renderebbe un servizio al Paese e alla verità». Anche Guido Crosetto attacca: «L’inchiesta del Giornale su Italtel conferma che Prodi non ha perso un vizietto che aveva da tempo. Quello di metter bocca e influenzare decisioni economiche che spetterebbero esclusivamente al libero mercato». Infine, Maurizio Lupi: «Ora che anche l’ex presidente della Stet, Biagio Agnes, ha affermato che sul caso Italtel, come su qualsiasi cessione, il presidente dell’Iri non poteva avere un ruolo di spettatore, come può pensare che gli italiani gli possano credere?».