Ora i comici ci devono raccontare fatti e misfatti della sinistra

Il professore Prodi, contestazioni o no, ha quel margine di voti che gli permette la maggioranza alla Camera; per quanto riguarda il Senato, la matematica lo mette in condizioni di fare un Governo. Non ho capito perché nel centrodestra, cui ho dato il mio voto, e per il quale ho contribuito a cercarne degli altri, ci sia tutto questo bla bla. Stiamo riprendendo il collaudato cammino di farci del male da soli per elezioni che non vedo poi così lontane: dichiarazioni, azioni e proposte che gli elettori tutti non condividono.
Non era questo il Paese dove Berlusconi non aveva più la maggioranza degli italiani? Non doveva andarsene a casa? Bene i Guzzanti, i Cornacchione, i Fazio, i Benigni, i Celentano, le Iene, gli Zelig ecc. ci facciano ridere, adesso! Torna Santoro? Che torni pure e ci spieghi come vanno le cose a sinistra. Per quello che diceva prima delle elezioni, la sinistra ha dalla sua la maggioranza del popolo, ha stampa, tv, Confindustria, sindacati, magistratura, banche e coop. E allora al lavoro, che governino! Non hanno i politici e i partiti coesi per farlo?