«Ora i rom se ne devono andare»

«È un pilastro della nostra storia che non va profanato». Con queste motivazioni i consiglieri Gianni Plinio (An) e Matteo Rosso (Fi) contestano il progetto della sindaco Marta Vincenzi di creare un centro multireligioso nella Commenda di Prè, chiedendo un incontro urgente con i rapprensanti dell’Ordine dei Cavalieri di Malta del quale il bel palazzo storico, ora in completo abbandono, fu per secoli la sede genovese. «Nei prossimi giorni incontreremo Giacomo Chiavari, delegato per la Liguria dei Cavalieri di Malta. Riteniamo corretto confrontarci con l’Ordine perché riteniamo ingiusto che un simbolo delle radici cristiane di Genova sia snaturato e profanato con utilizzi anomali e talora provocatori, come vorrebbe la sindaca Vincenzi. Chiediamo che per una valorizzazione concreta del Palazzo si coinvolga anche il Ministero dei Beni Culturali»