Ora il Lingotto sogna il ritorno della Topolino

A Ginevra l’ad della Fiat, Sergio Marchionne, ha ribadito che il gruppo ha allo studio una city-car, una piccola auto da città. Dovrebbe essere la riedizione della Topolino (una mezza ammissione sull’argomento, il capo del Lingotto l’aveva fatta, tempo fa, a margine della presentazione a Torino del libro fotografico su Gianni Agnelli). Gia nei mesi scorsi il mensile «Quattroruote» aveva ipotizzato un ritorno del nome Topolino per una «mini» di casa Fiat. «È in corso di definizione il design», ha ricordato Marchionne dal Salone di Ginevra. Secondo le indiscrezioni pubblicate dal mensile della Domus la «piccolina» di Torino avrebbe trazione e motore posteriore e 4 posti in meno di tre metri. Il motore scelto sarebbe il piccolo bicilindrico turbo-compresso da 900 cc (lo small gasoline engine con potenze da 90-110 cv), montato in posizione molto ribassata, sotto il sedile posteriore. Toyota, intanto, la sua Topolino l’ha già preparata: si chiama iQ. Spazio record in meno di tre metri.