Ora la Lottomatica non si ferma più

Record a mezzogiorno. Jasmin Repesa, al suo primo anno alla guida della Lottomatica Roma, entra nelle statistiche della società capitolina dalla porta principale, firmando la serie di vittorie consecutive più lunghe della storia del club: nove. Ieri, nell’anticipo a ora di pranzo dell’undicesima giornata del girone di ritorno, la splendida, emozionante, a tratti piena di tensione, vittoria contro la Climamio Bologna di Marco Belinelli per 70-68, che ha proseguito la striscia che dura dal 25 febbraio. È la Lottomatica è sempre più seconda dietro Siena.
Il film di ieri però, non è piaciuto molto a coach Repesa: l’inizio, in verità, è stato sontuoso. Alla fine dei primi 10 minuti di gioco, il tabellone indicava 27-11: un primo quarto straordinario per intensità, difesa, attacco, gioco in transizione e determinazione in campo del gruppo capitolino. A quel punto, il dubbio che assale ogni squadra in una tale situazione: amministrare oppure infierire? Probabilmente i giocatori avranno scelto la prima ipotesi, e così si spiega il sostanziale pareggio nella seconda frazione (17-19 per la Fortitudo), ma al ritorno in campo, il passaggio a vuoto che ha rischiato di vanificare la serata e che ha mandato su tutte le furie il tecnico della Lottomatica: la formazione allenata da Oldoini, firma un 22-11 di parziale che manda il match sul 55-52. Il recupero viene completato a metà dell’ultima frazione, quando la Climamio addirittura passa a condurre nel punteggio, ammutolendo un intero Palalottomatica. Buon per Bodiroga e compagni, che la gestione degli ultimi tre minuti di gara da parte dei padroni di casa sia stata esemplare, con Lorbek, premiato alla fine quale Mvp dell’incontro, capace di catturare un rimbalzo di importanza vitale e di segnare due liberi che hanno con ogni probabilità regalato la vittoria e il record: «Sono molto contento di questo successo - le parole di Lorbek a fine gara -. Abbiamo avuto una grande forza, non ci siamo disuniti quando Bologna è tornata sotto e siamo stati bravi a gestire gli ultimi palloni». Dejan Bodiroga semina occhiate di compiacimento: «Bella vittoria e grande carattere. Importante arrivare il più alti possibile in classifica, ma io sono contento soprattutto perché cresce la nostra concentrazione, la nostra unione ed è così che voglio arrivare ai playoff».