«Ora via le macchine da tutta la città»

Certo che i genitori anti smog sono incontentabili. Va bene battagliare per la salute dei propri bambini, ma un giorno di tregua, almeno uno, potrebbero pure concederlo. E invece no. Non fa a tempo a debuttare l’Area C che ecco le mamme del comitato pronte a snocciolare altre richieste. «Ora impegnamoci a ridurre il traffico anche nelle aree esterne». Non si sa nemmeno se la chiusura del centro porterà ai risultati sperati, non si sa se lo smog si ridurrà effettivamente che il comitato chiede di far sparire le auto pure dal resto di Milano. Una pretesa un po’ troppo esosa, che nemmeno il Comune si azzarda a ipotizzare ora.
Per il resto i genitori anti smog festeggiano il debutto dell’Area C e invitano Palazzo Marino a monitorare i dati sull’aria e sul traffico giorno per giorno: «È l’inizio di una svolta - sostengono - Ora però invitiamo il Comune a istituire un fondo Nox che, con bilancio accessibile ai cittadini e trasparente, indichi i fondi raccolti, la loro destinazione e il loro impiego negli interventi per la mobilità sostenibile». E poi lanciano il carico da novanta, chiedendo meno traffico anche fuori dal centro.
Va bene tutto, ma forse i genitori antismog mancano di senso pratico e non si sono accorti che, proprio là dove loro vorrebbero meno auto, il traffico è aumentato con soste selvagge su spartitraffico e aiuole. Del resto, le auto non si possono far sparire. O almeno, non subito.