Ora Montezemolo punta al 20% dei treni superveloci

da Milano

Nel momento in cui le Fs sono impegnate a potenziare il parco treni con convogli di ultima generazione, Ntv (Nuovo trasporto veloce), fondata da Luca di Montezemolo e Diego della Valle, si prepara a cambiare gli equilibri nel mercato italiano del trasporto ferroviario di qualità. L’agenzia Radiocor ha anticipato buona parte dei contenuti dell’ambizioso piano industriale che prevede investimenti per 800 milioni e il raggiungimento di una quota mercato del 20% nell’alta velocità.
Secondo le linee guida del business plan, l’utile di Ntv è atteso nel 2013, dopo l’avvio dell’attività nel 2011. Nel dettaglio, a fronte di investimenti per 800 milioni e ricavi in crescita a 450 milioni nel 2013, gli utili stimati dopo due anni di «rosso» toccheranno successivamente il 10% del volume d’affari. Ntv ha già fatto partire l’ordine di 25 convogli alla francese Alstom, che ha prevalso sui concorrenti Siemens e Bombardier, con l’opzione di acquistarne altri dieci.
Il business offerto dall’alta velocità ferroviaria non è indifferente: tra un anno, infatti, saranno completati i lavori della grande «T», le linee veloci Milano-Napoli e Torino-Venezia. Per non parlare delle opportunità offerte dalla Roma-Napoli, dalla Milano-Torino e dalla futura Torino-Lione. La riorganizzazione di Ntv, scrive ancora Radiocor, ha preso corpo a cavallo tra gennaio e inizio marzo, subito dopo l’annuncio dell’ingresso nel capitale con una quota del 20% del gruppo bancario Intesa Sanpaolo. Mgc holding Srl di Matteo Montezemolo, Fa.Del di della Valle e Servizi Imprenditoriali, che fa capo a Giovanni Punzo, hanno creato, in rapida successione, Mdp Holding Uno, Mdp Holding Due e Mdp Holding Tre. E a esse hanno conferito, rispettivamente, il 63,75%, il 20% e l’11,25% del capitale di Ntv. Le restanti quote fanno capo a Giuseppe Sciarrone, pioniere delle ferrovie «private». Dopo l’ingresso di Intesa Sanpaolo, previsto ad aprile, Mdp Holding Uno resterà azionista di maggioranza al 51 per cento. Non è esclusa, ma non prima del 2013, la quotazione. Ntv è una delle attività che segneranno il ritorno di Luca di Montezemolo al ruolo di imprenditore a tempo pieno, una volta concluso il mandato al vertice di Confindustria. Nel settore dei trasporti il presidente di Fiat e Ferrari è impegnato, oltre che nell’Alta velocità ferroviaria, anche in Grandi navi veloci (Gnv) di cui detiene una quota del 9 per cento.