«Ora è a rischio la democrazia»

Caro Presidente, La ringrazio per averci salvaguardato anche per questi ultimi tre anni dallo sciacallaggio delle tasse che la sinistra ci avrebbe imposto e che ora ancor più cercherà d’imporci. Resista e operi per ripristinare la democrazia violentata dai poteri forti della finanza e della magistratura. Sappiamo che ci sono troppi intrighi e troppi interessi personali in gioco: le riforme colpirebbero quei privilegi che una classe politica vecchia e ipocrita non vuole cedere.