Ora lo scrittore mette in piazza il suo lavoro

Tra i protagonisti della kermesse «Libri in festa» anche Maria Scicolone (con il volume «A tavola con il Duce») e Alessandro Piperno, vincitore del Campiello

Francesca Scapinelli

«È qui la festa... dei libri?» è la domanda che si può fare chi si reca in piazza Navona dove - fino al 5 novembre, ingresso gratuito - prosegue Librinfesta, la manifestazione interamente dedicata alla lettura, all’arte del narrare, al racconto, alla parola e, naturalmente, al «contenitore» di tutto ciò, il volume. Ogni pomeriggio (dal lunedì al sabato, a partire dalle 18) sono in programma incontri con alcuni protagonisti del panorama contemporaneo: per citarne solo uno, sabato 29 ci sarà quell’Alessandro Piperno che, con il romanzo Le peggiori intenzioni, ha creato un caso letterario e si è aggiudicato il Premio Campiello per l’opera prima.
Oltre a conoscere e ascoltare direttamente gli scrittori, il pubblico potrà partecipare ai «Percorsi letterari», vere e proprie immersioni nel mondo della poesia e letteratura, con la voce di Paolo Perelli e le musiche eseguite al pianoforte dal maestro Andrea Serafini. Altri appuntamenti ancora sono le «Rime allo specchio» (il lunedì alle 18), piacevoli divagazioni poetiche tra i versi di grandi classici - anche della tradizione romanesca - curate da Gianni Salaris e Carla Gianneschi.
Avviata dall’incontro con Corrado Augias, che ha presentato il suo ultimo lavoro I segreti di Roma, la rassegna procede secondo una fitta scaletta: ieri pomeriggio alle 18 è stata la volta di Gianfranco Micali, autore della Formula di Brunelleschi, cui è seguito l’incontro con Claudio Rendina che ha introdotto le Storie della città di Roma.
Quella di domani, lunedì 24 ottobre, è una data da appuntare per chi ama la poesia: le «Rime allo specchio» ci condurranno dalla delicatezza crepuscolare di Gozzano alle sperimentazioni di Palazzeschi, e in più ai componimenti di Trilussa (ore 18). Sempre domani, ma alle 19, i «Percorsi letterari» attraverseranno itinerari marini, da Bambaren a Baricco. Lo stesso appuntamento delle 19 offre, martedì, una serata lirica in tema d’amore, da Neruda a Corrado Calabrò e, mercoledì, una serata narrativa dedicata alla pace, con letture da Gilbran a Wojtyla. Giovedì 27, alle 18 l’incontro è con Maria Scicolone, che presenterà La mia casa è piena di specchi e A tavola col Duce. Alle 19, un altro personaggio noto: Marina Ripa di Meana, con Cara Paola, sorella mia. Venerdì 28 tocca a Serial killer, di Vincenzo Maria Mastronardi e Ruben de Luca (ore 19). Solo un’occhiata agli altri «Percorsi»: Per le strade di Roma sparita, serata su Trilussa (lunedì 31); letture e musica nel terreno del mistero, da Eco a Dan Brown (1° novembre) e nella spiritualità, da Hesse a Castaneda (2 novembre).
Tra gli autori, vanno segnalati Cinzia Tani e Piperno - che, come anticipato, interverranno sabato 29, rispettivamente alle ore 18 e alle 19; il 3 novembre Nicola Lagioia e Nino Frassica; il 4 novembre, Silvana Pampanini, Cristiano Armati e Yari Selvetella. Gran finale, sabato 5, con Paolo Grimaldi e, alle 21, l’anteprima di Pelagos, il festival internazionale dell’immagine sottomarina.
A Librinfesta, alla prima edizione, si lega strettamente l'appello «Una legge per leggere», gioco di parole per definire un'esigenza seria: quella «di una riforma dell'editoria e di una maggior diffusione della cultura e del sapere». Per l'intera durata della kermesse, infatti, si potrà sottoscrivere la petizione il cui primo firmatario è stato Mario Luzi, il poeta scomparso lo scorso febbraio. Tra le 600 firme finora raccolte, anche quelle di Augias e Calabrò.
In piazza Navona, uno stand con oltre 3000 titoli è aperto con orario continuato. Tutti gli incontri culturali di Librinfesta sono a ingresso libero. Per informazioni: 06-44250267 e www.librinfesta.it.