«Ora si scopre l’illegalità delle intercettazioni»

La comunicazione che i Pm genovesi Lari ed Arena hanno archiviato l’accusa di associazione a delinquere a carico di Enrico Preziosi, del figlio Matteo e del ds Capozucca mi lascia allibito e sconcertato.
Da questa archiviazione si deduce che l’accusa non stava in piedi, che le intercettazioni erano illegali, e quindi a maggior ragione illegale era il trasmetterne il contenuto ad un organo di giustizia (si fa per dire) privata. Come logica conseguenza i due Pm dovrebbero anche essere denunciati per violazione del segreto di ufficio, ma non so se ciò sia possibile perché non sempre la logica coincide con la legge.
Tutto quanto sopra è di una gravità tale che dovrebbe riempire le prime pagine di tutti i giornali, sportivi e non. Non so quali siano i comportamenti delle altre testate, ma con disappunto rilevo che un fatto di tale gravità è appena accennato sulla pagina nazionale de Il Giornale nella rubrichetta «Minisport», mentre in precedenza il Genoa è stato offeso per mesi in lungo e in largo da tutta la stampa, trovando ben poche obiezioni.
Mi auguro che finalmente venga fatta giustizia almeno morale, anche se il danno economico ingente non sarà mai ripagato abbastanza. Servirà almeno a non farci leggere letterucole demenziali come quella pubblicata a firma Amerigo Russo.
Cordiali saluti
Giacomo Boero