Ora il sindacato chiama Ciampi

La Fabi-Bankitalia, il sindacato di via Nazionale, chiama in causa il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, e gli altri sindacati di categoria. «Antonio Fazio potrebbe essere definitivamente scalzato solo con una protesta estesa, eventualmente a tutti i lavoratori, con il coinvolgimento quindi di tutte le federazioni e confederazioni sindacali e non solo agli 8mila dipendenti della Banca d’Italia», ha detto ieri Angelo Maranesi, coordinatore nazionale Fabi. L’arroccamento del governatore, ha aggiunto Maranesi, provoca un danno alla credibilità dell'intero Paese». La Fabi ha anche sollecitato «un autorevole intervento del presidente della Repubblica verso colui che lui designò a succedergli».