Ora sulle nostre ferrovie viaggiano solo treni leggeri

Egregio signor Lussana, ho seguito la trasmissione di Primocanale, e ho avuto modo di ascoltare il consigliere Conti che, contrario al Terzo valico, affermava quanto questo fosse inutile essendo, a suo dire, sufficiente migliorare i tracciati esistenti risparmiando tempo e quattrini.
Niente di più sbagliato; infatti la linea ferroviaria che porta a Milano, costruita più di 150 anni fa, ha dei limiti enormi, tutte le gallerie e sono molte e alcune molto lunghe, hanno una pendenza verso il centro, per far defluire le acque, del 7 per mille e delle curve che non permettono il passaggio dei contenitori da 40 piedi highcube. Questo significa che sulla nostra linea possono transitare treni del peso massimo di 900 tonn. mentre in Europa il peso è di 1400 tonn. con notevole maggior spesa. Mi ha sorpreso che nessuno dei presenti abbia ripreso il signor Conti facendo presente queste realtà che avrebbe dovuto conoscere.
Mi sembra che si voglia ripetere il maledetto inciucio della bretella Voltri-Rivarolo i cui appalti, in parte assegnati hanno causato penali con gravi spese e la mancanza di assegnazione alla nostra città del tratto autostradale Genova Voltri che ci avrebbe risparmiato molti soldi di pedaggio.