Ora tutti vogliono mettere la bandiera sul Terzo Valico

Paola Setti

Stavano tutti zitti, è vero, ma non era disinteresse. Lavoravano in silenzio, ecco. Adesso che è stato il presidente della Regione Claudio Burlando a uscire allo scoperto per primo, con un’intervista al Giornale nella quale detta tempi di realizzazione e modalità di finanziamento del Terzo Valico, è scattata la corsa a metter la bandiera sull’opera delle opere, o a cercare di avversarla, certo. Rifondazione comunista, per dire, ieri, con il capogruppo in Regione Marco Nesci ha commentato così l’annuncio del governatore su un possibile avvio dei cantieri nel 2008: «Il Terzo Valico è una grandissima puttanata», (...)