Oracle vola col vento in poppa Luna Rossa perfetta a metà: 1-1 

Gli americani pareggiano subito. Grande rimonta nell'ultimo lato. Team Prada scialacqua un vantaggio di 58 secondi e non chiude il ritorno degli avversari. New Zealand si porta 2-0 senza problemi, Desafio ancora sconfitta

Valencia - Luna Rossa cicala. Spithil parte bene e conquista un minuto di vantaggio alla prima boa. Ma nel ritorno, nel primo lato di poppa, Bmw Oracle trova due salti di vento e si porta a ridosso degli italiani. Recupero decisivo, insieme alla seconda poppa. Dickson si dimostra più furbo e conquista subito il pareggio: ora la semifinale è 1-1. Luna Rossa deve ricominciare da capo la sua scalata verso la finale di Louis Vuitton Cup. Grande amarezza sulla barca italiana per la grossa occasione sciupata. Vittoria agevole, invece, per Team New Zealand che batte un'altra volta Desafio e si guadagna il punto del 2-0.

Ascolti alle stelle La prima giornata delle semifinali della Louis Vuitton Cup, trasmesse su La7, che hanno visto la sfida fra Luna Rossa e Bmw Oracle e fra il Team New Zealand contro Desafio, hanno totalizzato dalle 14.51 alle 16.34 un ascolto medio pari a 650mila (646.736) telespettatori con share del 6,5% e oltre 1.800.000 contatti. Picchi oltre il 10% di share con più di 850.000 telespettatori sono coincisi con l'arrivo al traguardo di Luna Rossa.

Luna Rossa-Bmw Oracle Grande partenza di James Spithill che prende la prua all'avversario e supera la barca comitato con un vantaggio notevole. Poi Luna Rossa prende il lato destro, quello con vento migliore, e continua a incrementare: sono oltre 200 i metri di vantaggio mostrati dal virtual. Alla prima boa, dopo la prima bolina lunga 3,3 miglia, la barca italiana viaggia con un rassicurante gap di 58 secondi su Bmw Oracle. Aumenta il nervosismo a bordo dell'equipaggio statunitense.
Secondo lato Via alla poppa con Luna Rossa che dovrà gestire il vantaggio e cercare di evitare la rimonta americana, che ieri aveva spaventato l'equipaggio di Patrizio Bertelli. Chris Dickson compie un altro miracolo con il gennaker aperto. Bmw Oracle arriva a metà gara con soli 20 secondi di ritardo: la barca statunitense appare più veloce con questa andatura.
Terzo lato Luna Rossa conserva un distacco minimo, ora gli americani cercano la separazione sul campo di regata per trovare vento diverso rispetto al team timonato da James Spithill. Torben Grael continua a scegliere la destra, dove sembra esserci un refolo più consistente. Ma Bmw Oracle riesce a recuperare e, in vista della boa, il distacco si riduce a una sola lunghezza. Allora Spithill va all'incrocio, mure a dritta (quindi con la precedenza). Obbliga Dickson praticamente a femarsi, riparte e guadagna nuovamente. Al termine della seconda bolina Team Prada conserva 13" di vantaggio.
Ultimo lato Vista la velocità di Oracle di poppa per Luna Rossa si preannuncia un lato difficile, di grande sofferenza. L'equipaggio italiano conserva qualche decina di metri di vantaggio sugli avversari, che cambiano strada per cercare più vento. Luna Rossa, però, conserva una rotta migliore per arrivare in boa. Il gap tra le due barche è minimo. Gli americani, a gennaker issato, sembrano imprendibili. A metà lato prendono un paio di lunghezze di vantaggio, per la prima volta nella regata. Ma Luna Rossa conserva un piccolo vantaggio, le mura a dritta. Spithill tenta di "rubare" il vento agli avversari, ma Dickson si libera e va a chiudere. Niente da fare. Gli americani sono più veloci e vincono con 13" di vantaggio.

New Zealand-Desafio I kiwi partono di nuovo in testa e girano alla prima boa con tranquillità. A metà regata New Zealand conserva oltre un minuto di vantaggio sull'equipaggio spagnolo, che sembra senza speranze. I kiwi vincono facile (40" il distacco sulla linea) anche la seconda semifinale: 2-0 per i neozelandesi.