Orari elastici e archivi più ricchi, contributi da 1,6 milioni

La Regione Lombardia ha messo in campo da poco uno stanziamento di 1,6 milioni di euro a favore del patrimonio librario lombardo. Lo stanziamento è in attuazione del programma triennale 2007-2009 a sostegno dei servizi di pubblica lettura delle biblioteche locali, che in Lombardia ammontano a circa 1.300.
I finanziamenti alle Province vengono suddivisi in base ai criteri stabiliti dalla legge regionale e alle percentuali del Programma regionale vigente che prevede: il 50 per cento direttamente proporzionale alla popolazione; il 25 per cento direttamente proporzionale alla quota di bilancio provinciale destinata all'organizzazione bibliotecaria; il 25 per cento in relazione al precedente programma triennale e al grado di realizzazione degli impegni assunti.
«Con questo ulteriore stanziamento per le biblioteche di enti locali o interesse locale - ha dichiarato l'assessore alle Identità culturali Massimo Zanello - puntiamo al consolidamento della rete dei sistemi bibliotecari, al rinnovamento qualitativo e quantitativo del patrimonio documentario per ragazzi, all'acquisizione di documenti multimediali, ad acquisizioni dedicate ad anziani, portatori di handicap visivi e non, ad acquisizioni in lingua originale. Sono questi, infatti, i principali obiettivi dell'intervento regionale per realizzare un sistema bibliotecario veramente aperto a tutti e dove tutti esprimono i loro interessi». Anche il miglioramento degli orari di accessibilità degli utenti e l'aggiornamento professionale del personale sono finalità dell'intervento regionale.
Prosegue intanto il trend positivo delle biblioteche lombarde, come evidenziano i dati 2007. L'impegno finanziario dei Comuni arriva nel 2007 a 138 milioni di euro, contro i 129 del 2006.