Oratori, aiuti a quelli estivi

Un contributo economico a favore delle parrocchie milanesi che durante il periodo estivo organizzeranno attività ludiche ed educative per i ragazzi. Lo stabilisce una delibera proposta dall’assessore comunale a Educazione e infanzia Bruno Simini e approvata ieri mattina dalla giunta di Palazzo Marino. In totale saranno 300mila gli euro messi a disposizione dal Comune per gli oratori.
«La scuola chiude ma la città resta sempre aperta per i bambini, anche in estate - spiega l’assessore Simini -. Il Comune fa la propria parte con tutta una serie di attività, ma questa amministrazione, di bilancio in bilancio, si impegna anche a sostenere concretamente coloro che, con grande spirito altruistico, si occupano quotidianamente dei nostri bambini. Non è un obbligo di legge, ma per noi è un forte dovere di civiltà. Ci appare quindi prioritario mostrare nei fatti la nostra sensibilità politica e culturale al problema, per fare in modo che tutti i bambini di Milano possano esprimere le proprie potenzialità personali e intellettive nella più perfetta serenità familiare e sociale».
Soddisfatto Carlo Masseroli (Forza Italia). «È un’iniziativa paradigmatica - commenta il presidente azzurro della commissione Bilancio -. La riqualificazione del territorio passa attraverso la valorizzazione di chi proprio sul territorio è presente. Ed è soprattutto in grado di fare proposte interessanti. Le cifre, anche se non sono certo adeguate, danno un importante segnale della valorizzazione di chi fa proposte ai giovani e alle loro famiglie. Gli oratori sono un importante argine al degrado perché rappresentano una proposta educativa fondamentale».