Oratorio prestato ai musulmani Il vescovo di Treviso: "Mai più"

Monsignor Mazzocato blocca l’iniziativa
del parroco di Ponzano che ogni venerdì ospita
gli islamici. Don Aldo: "«Ubbidisco, volevo solo
facilitare il processo di integrazione&quot;<br />

da Treviso

Giurano che non è stata una trovata pubblicitaria di Oliviero Toscani, anche se Ponzano Veneto ospita il quartier generale degli United Colors of Benetton. No, nessuno spot, solo carità cristiano-musulmana, farina del sacco di don Aldo Danieli, 69 anni, parroco appunto di Ponzano, che ha messo a disposizione i locali dell’oratorio ai tanti musulmani della zona perché potessero, il venerdì e durante il periodo del Ramadan, pregare inginocchiati verso la Mecca.
La cosa è andata avanti per almeno un paio d’anni, senza alcun clamore, e senza nemmeno fare troppa pubblicità, alla faccia di Toscani. Poi, in occasione del convegno nazionale dell’Auser, associazione della Cgil che segue gli anziani e il sociale in genere, don Aldo è stato citato ad esempio, ovviamente positivo, del sacerdote che apre le porte della chiesa cattolica ai riti musulmani.
La notizia, a quel punto, è rimbalzata sulle agenzie, è finita sui giornali e don Aldo è stato pure intervistato a Radiodue da quei buontemponi di Cirri e Solibello, conduttori della trasmissione Caterpillar. «Siamo tutti figli di Dio», ha detto alla radio il sacerdote. Aggiungendo: «Li chiamiamo a Treviso, li inseriamo nelle nostre fabbriche a fare quello che nessun nostro giovane vuole più fare e poi pretendiamo che scompaiano nel buio. Io vedo musulmani con i calli sulle mani che entrano in oratorio, in silenziosa adorazione, come i cristiani non fanno più».
Anche il vicepresidente del Veneto, il leghista Luca Zaia, vede tanti musulmani, ma a colpirlo non sono tanto i calli, quanto altre caratteristiche meno onorevoli. Morale della favola: Zaia diffonde un comunicato in cui invita il vescovo di Treviso, mons. Andrea Bruno Mazzocato, a «chiarire la posizione del parroco», sicuro che l’atteggiamento di don Aldo non sia in linea con il «comune sentire della Chiesa». Ieri mons. Mazzocato è andato a far visita al parroco di Ponzano, per capire gli esatti termini della questione. E così, dopo un incontro «fraterno e cordiale», il vescovo ha ribadito che l’oratorio di Ponzano non sarà mai più una moschea, nemmeno il venerdì, nemmeno durante il Ramadan.
«Mai la chiesa parrocchiale è stata data alla comunità islamica per incontri di preghiera - ha ribadito ieri in una nota la Diocesi di Treviso -. Il vescovo, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha incontrato don Danieli per avere chiarimenti e don Aldo ha ribadito la sua obbedienza al vescovo e la piena disponibilità a trovare una soluzione al problema».